DIZIONARIO HORROR DEL MERCOLEDI’: ARMATA DELLE TENEBRE (L’)

L’ARMATA DELLE TENEBRE

Giudizio: ****

(The Army of Darkness: Evil Dead III, USA 1993, col. Final Cut 81’ Director’s Cut 96’)

Di Sam Raimi. Con Bruce Campbell, Embeth Davidtz, Ian Abercrombie, Marcus Gilbert, Richard Grove, Ted Raimi, Bridget Fonda.

Per chi vuole il DVD, cliccare...

Si tratta di un “La Casa 3” ufficiale e non i sequel apocrifi (e tutto sommato bruttarelli) realizzati a casa nostra da Clyde Anderson (Claudio Fragasso) e Umberto Lenzi. Continua la saga di Ash (Bruce Campbell), imbranato ragazzotto che per cause di forza maggiore diventa uno dei più cruenti e simpatici ammazzamostri della storia cinematografica americana. Ne L’Armata delle Tenebre il nostro eroe si ritrova catapultato nel medioevo, trascinato da un potente vortice spazio-tempo che abbiamo già incontrato alla fine de La Casa 2 (1987).

Come in un “Ritorno al futuro” in salsa macabra, Ash scopre che il Necronomicon, libro rilegato in pelle umana e scritto col sangue, è il responsabile del risveglio di demoni sumeri che, nel presente, gli rovinarono la scampagnata con gli amici. Ash, secondo i veggenti della corte di Artù, è l’uomo il cui nome è nella profezia. L’uomo che consegnerà il Necronomicon ai “buoni” e sconfiggerà il Male per sempre. Grazie a tecnologie che i medievali ancora non conoscono, Ash viene eletto come autorevole guida per l’impresa, superiore anche ad Artù (che inizialmente non brilla in bontà, visto che getta i propri nemici in un pozzo in cui c’è una coppia di mostri sanguinari). Il mago istruisce Ash su come prelevare il Necronomicon: recarsi in un cimitero sconsacrato, prenderlo e recitare “Klaatu Verata Nikto”. Ash annuisce e si mette in marcia, ma nel frattempo il Male fa una copia di Ash stesso, che però viene fatta a pezzi e sepolta e il Nostro si reca al cimitero, prende il libro e…sbaglia le parole magiche. Da qui in poi i maghi della stop motion si sono divertiti e ci hanno fatti divertire mostrando scheletri redivivi simpaticissimi e snodati che si preparano alla battaglia. Il loro capo è Evil Ash, la copia NON conforme del protagonista.

Il Sam Raimi di questa “Casa 3” amplifica il suo gusto ber la comicità slapsticks (e cioè quella basata sul linguaggio del corpo) tanto cara alle comiche mute e ai cartoni animati. Con questo film ci si avvicina inesorabilmente al “grande botto” di Drag Me To Hell (2009), ultimo film di Raimi in cui si mescola l’horror demoniaco e raccapricciante con una comicità alla Tex Avery, anche se questa pellicola è un po’ più drammatica dell’”Armata”. Effetti sonori alla Looney Tunes, situazioni fanta-comiche (da antologia la scena di Ash che si sdoppia, vera perla del cinema fantastico) e dialoghi contemporanei inseriti in bocca a gente del XII secolo.

Le scene d’azione, horror e di fantascienza sono girate volutamente in maniera vintage, mescolando le metodologie dei vecchi film di Corman, Bava e colleghi tutte insieme. Abbiamo la stop motion per far muovere alcuni mostri, un sobrio make up per le comparse “zomboidi”, sovrapposizioni di proiezioni pre registrate nella scena in cui gli Ash “lillipuziani” si vogliono tuffare in bocca al malcapitato e altre bizzarrie del genere, coniugate, ma non sempre, con i moderni effetti speciali.

L’Armata delle Tenebre è un NON horror che sembra girato da un giocattolaio impazzito che vuole mettere in mostra la propria merce artigianale attorno ad una trama epica, brillante e comica.

Il film è distribuito, oltre che in una normale versione, in DVD Director’s Cut con 15 minuti circa in più.

Curiosità

  • Ted Raimi, fratello di Sam, ha il doppio ruolo da figurante. È un guerriero medievale e il commesso del negozio in cui Ash lavora.
  • La formula “Klaatu Verata Nikto” è presa dalla frase “Klaatu Barada Nikto” pronunciata dall’alieno pacifista in Ultimatum alla Terra (1951) di Robert Wise.
  • In un finale alternativo Ash, dopo aver sconfitto il Male nel medioevo, beve la pozione per tornare nel presente, ma sbaglia a dire la formula e si risveglierà in un futuro post apocalittico in cui tutto è distrutto.
  • La scena in cui Ash si dirige al mulino ha un girato e montato originale di 5 minuti circa in più. È stato poi ridotto.
  • Il film è costato 11 milioni di dollari, ma ne ha incassati solo 21 e mezzo.
  • Raimi nel 2009 ha annunciato di essersi messo al lavoro per un quarto episodio “Evil Dead”, con Campbell che fa Ash, ma sinora nulla è stato confermato.
  • Bruno Mattei, regista italiano, si è ispirato a L’Armata delle Tenebre per La Tomba (2004), un suo direct-to-video.
  • Tiziano Sclavi undici anni prima scrisse un soggetto per Zagor molto simile a quello del film. L’albo è L’Orda del Male, numero 196.

FRANCESCO PASANISI.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...