FIGLIO DI BOB DYLAN IN COMA, IL PADRE NON SI PRESENTA

bob-dylan-2015Ricoverato a seguito di overdose di fichi secchi presso l’ospedale “Gaetano Spaccimme”, il figlio di Bob Dylan è in terapia intensiva in gravi condizioni e coma. Prontamente è stato avvertito il padre, il cantante Bob Dylan, premio Nobel, he ha rifiutato di presentarsi poichè “..detesto la passerella di fotografi e fan che interrompono il mio fighissimo star sulle mie componendo canzoni di amari sentimenti ribelli agglomerando rischiaramenti dalla luna”.

TRUMP LEGGE PROMESSA DI MADONNA E DICHIARA: VOTO CLINTON!

madonnaAnsa di oggi dalla Casa Bianca. Il neo eletto presidente Donald Trump fa sapere agli Usa e al mondo, tramite un messaggio redatto dal capo di gabinetto Francopalle Schiacciapeli, che voterà Hillary Clinton a fronte della promessa “hot” fatta dalla cantante Madonna.

MORTO VERONESI, TROVATO IN UNA VASCHETTA DI COMPOSTAGGIO

umberto-veronesi-che-aveva-mortoGridominchio Suffraggione, medico erbivoro amico di Umberto Veronesi, non avendo sue notizie da giorni si è recato nella sua abitazione. Purtroppo il noto oncologo e politico italiano è stato trovato in microtracce in una vaschetta di compostaggio sul suo balcone.

WIKILEAKS: TRUMP INCANDIDABILE, IN REALTA’ E’ CLAUDIO LIPPI

trump-donaldoA poche ore dalle Presidenziali americane, Wikilieaks, di Giuliano Assangio, tira fuori un cablo secondo il quale Dinald Trump sarebbe in realtà Claudio Lippi. In effetti come mai Lippi non c’era fra la giuria di “Tale e Quale Show” quest’anno, prioprio mentre ferve la campagna elettorale?

I NON FILM DELLA DOMENICA – SUICIDE SQUAD

Grand rentreè dei non film domenicali! Ricominciamo con una ciofecona immonda che ho avuto il disonore di visionare in un brullo e autunnale weekend paesano: “Suicide Squad”. La trama sembra un po’ una versione bimbaminkia e allucinogena dei prefetti fascisti che arruolavano criminali per ristabilire l’ordine nelle città, ma naturalmente qui non c’è Paolo Mieli a parlarne, ma solo un registello dal dubbio talento e da tanta paraculeria modaiola, una specie di vegano del cinema fantastico.

La locandina. Più che un poster da film sembra un volantino degli eventi per la Fiera Di san Gregorio

La locandina. Più che un poster da film sembra un volantino degli eventi per la Fiera Di San Gregorio.

In questa tavanata clamorosa alcuni cattivi di Batman, interpretato peraltro da un catarroso Ben Affleck pettinato come Marco Masini, vengono liberati per ammazzare una strega con poteri a metà fra il Genio di “Alladin” e Giucas Casella. La squadraccia in missione è composta da:

  1. Un tale che se si incazza fa falò ovunque, molto rinomato a ferragosto, probabilmente.
  2. Will Smith, che ormai è lo Stefano Accorsi della fantascienza, che interpreta un sicario denominato Deadshot.
  3. Killer Croc, storico nemico del pipistrellazzo, che però in questa pellicola sembra Hulk con la psoriasi.
  4. Un tale che si arrampica come Iuri Chechi, ma talmente inutile da morire subito.
  5. Un ladro-assassino australiano che uccide coi boomerang (ma se po’?).
  6. Una sexy giapponese esperta con la Katana peggio di Ghemon.
  7. La Margot Robbie (attrice molto sexy) che dopo “Wolf Of Wall Street” ci prosciuga i bassifondi in senso buono interpretando Harley Quinn, forse l’unico personaggio ben fatto. Brava Margie!
joker-jared-leto

Wanna Marchi paparazzata durante lo sgombero del centro sociale “ANNAMO MENAMO SVENTRAMO OKKUPAMO!!!!11!”

Ora, altra nota ultra-dolente del simil-film: il Joker. Dopo Legder (pace all’anima sua, per carità) anche Jared Leto contribuisce con un colpo di grazia a devastare la figura del villain più importante, complesso e ben scritto della storia dei fumetti. A guardarlo bene, il nuovo Joker assomiglia a Wanna Marchi che è stata in un centro sociale occupato in qualche quartiere “male”.

harley-quinn-incarnee-par-margot-robbie

Parafrasando Cesare Pavese: “EMMINCHIA!”

Hanno tentato di inserirci un tono da commedia, ma senza salvare il film. Battute e situazioni umoristiche migliori le ho viste più in “Requiem For a Dream” che qui in “Suicide Squad”.

Cosa aggiungere? Solo una cosa: il titolo probabilmente si rifesrisce alla reazione di massa degli spettatori.

Francesco Pasanisi.

TRUMP ATTACCA: CHI VOTA CLINTON DIVENTA UNA SCIA CHIMICA!

trump-dopeyAffondo del candidato Repubblicano Donald Trump, consigliato ancora una volta dal suo spin doctor Giovanni Capocchione. Tramite affannose ricerche ambientali presso l’istituto di complotteria fondato da Ludosecrio Pompacani, fedelissimo repubblicano, è venuta fuori la clamorosa notizia che votare per Hillary Clinton tramuti la gente in pericolosissime scie chimiche.