SEDIA A ROTELLE PARCHEGGIATA DAVANTI ALL’UFFICIO DI MONOSI. PERRONE CHIAMA I VIGILI

1508968_20160126_palazzo_carafa_1Il consiglere comunale di Lecce Attilio Monosi, detto anche il filantropo, tornando a casa da un campionato di basket paralimpico, ha ritrovato davanti al proprio ufficio comunale una sedia a rotelle parcheggiata. Allertati i vigili, da Paolo Perrone, per la rimozione del veicolo che evidentemente ostruiva il passaggio.

Annunci

SEI NAZIONI: INVECE DELL’INNO ITALIANO PARTE “ANDIAMO A COMANDARE”

Momenti di panico e poi di gran festa al Sei Nazioni nel momento degli inni nazionali durante la partita Italia-Irlanda. Invece dell’inno di Mameli, gli altoparlanti dello stadio Micazza di Meelano hanno filodiffuso “Andiamo a Comandare”, noto pezzo del compositore Rovazzi, genio incompreso dei nostri tempi. Inizialmente il pubblico tricolore era nel panico, infatti alcuni di loro hanno pestato un immigrato per salvare la patria dopo tale onta; in seguito, si sono messi tutti a ballare il Rovazzi, ormai riconosciuto nuovo inno dalla Camera dei Deputati.

RAZZISTA LECCESE SCRIVE MALE COMMENTO CONTRO IL SINDACO E LO SCAMBIANO PER UN CLANDESTINO

All’indomani dell’iniziativa del sindaco Carlo Salvemini di dare, simbolicamente, una sorta di ius soli a 200 bambini migranti a Lecce, c’è stato un boom di commenti in vago odore di disapprovazione. Fra questi, spicca quello di Santuronzu Rapanfucàta, che, per quanto era mal scritto, l’ufficio immigrazione, una volta letto, ha equivocato scambiandolo per un clandestino.

SENATORE PILLON (LEGA NORD): NO PIZZA ALLA DIAVOLA, RISCHIO POSSESSIONE PER CHI LA MANGIA!

Il neoeletto senatore Pillon, da sempre in prima linea per le libertà civili e soprattutto la laicità del Paese, ha dichiarato che presenterà, dopo aver sacrificato un capro al Signore, un’interrogazione parlamentare contro un piatto molto noto della gastronomia nazionale: la pizza alla diavola. Secondo il noto filantropo leghista, infatti, per nomenclatura e per composizione d’ingredienti, la nota farcitura della nota pizza presenta un alto rischio di possedere diabolicamente gli italiani che la mangiano.

PRIMO SENATORE DI COLORE E’ LEGHISTA: MILITANTE CENTRO SOCIALE SI ISCRIVE A FORZA NUOVA

8e7ace16d8256f156202cb60942dd534-kcBE-U11012712933938n8F-1024x576@LaStampa.itGiannetto Sampietrini, attivista in prima linea del centro sociale “Molotov Gulag 2.0” di Rosalinocellammare di Scabbia, appresa la notiza che Toni Iwobi, leghista di colore, è approdato in parlamento come primo senatore di colore, dopo novantotto grammi di erba e sei birre da 90 centesimi da due litri, ha preso la decisione, per partigiana protesta, di tesserarsi a Forza Nuova, il partito neofascista cresciuto ultimamente nei sondaggi grazie alla foto di un anziano che passeggiava vicino ad un loro comizio.

MANGANELLATI NEOFASCISTI, POLIZIOTTO: ERANO COSI’ POCHI CHE CREDEVAMO FOSSERO DEL PARTITO DI FERRANDO

Succede a Mancalacqua Tuttigiorni, cittadina veneta. I neofascisti del partito Italo Rocky BALBOa manifestavano in piazza contro la puzza di negro, quando la polizia, in tuta antisommossa, ha caricato senza sosta. Alcuni sono scappati ed altri feriti. Al termine della drammatica scena, Popoletto Cristincroce, agente che ha partecipato alla carica, con rammarico ha dichiarato ai nostri microfoni quanto segue: “Erano in numero così esiguo che credevamo fossero del partito di Ferrando, quindi è partita la carica”.

LUIGI TENCO SI SUICIDA DI NUOVO DOPO IL TWEET DI SALVINI SU SANREMO

Il cantautore Luigi Tenco, noto anche per esser stato scelto troppo tardi per una parte de “Il Cacciatore” (fonte Il Giornalaccio, di Italo Balbo Jr), dall’hotel Altromondo ha letto su un pc il tweet di Salvini sull’ultima edizione del Festival di Sanremo. Il noto politico filantropo e progressista, cita il Tenco come cantante partecipante omettendo quello spiacevole disguido che tutti conosciamo. E niente, facendosi prestare una rivoltella da John Wayne, si è di nuovo ucciso.