LECCE, CENTRODESTRA ASSENTE A PROCLAMAZIONE CONSIGLIO. PERRONE: “TROPPE BARRIERE ARCHITETTONICHE”

Si è svolta in questi giorni la proclamazione dei neoeletti consiglieri comunali a Lecce. Dopo la decisione di assegnare il premio di maggioranza alla coalizione di Carlo Salvemini, ora sindaco, il centrodestra l’ha presa con il consueto aplòmb e sportività che da sempre l’ha contraddistinta (vedi le voci “serrature” e “ricorsi”).

Alla succitata proclamazione l’intera opposizione conservatrice era assente. Perrone, da sempre impegnato nel sociale, giustifica questo gesto con un importante appello di civiltà: “Noi eravamo assenti poichè a Palazzo Carafa ci sono troppe barriere architettoniche”.

VITTORIA CARLO SALVEMINI, PERRONE: NON AVETE CONTEGGIATO LE SCHEDE DI CAVALLINO

Polemica da parte del vero sconfitto in queste ultime elezioni amministrative leccesi: Paolo Perrone. Secondo l’ex sindaco, sulla base di vecchie cartografie delle Due Sicilie pubblicate da Giovanni Capocchione IV, Cavallino, annessa al ducato leccese, manca nel conteggio dei voti al ballottaggio.

PERRONE SI FOTOGRAFA DAVANTI A SCRITTA, MA E’ INSEGNA DI UN NEGOZIO

Mini market logoIl sindaco di Lecce Paolo Perrone, nella sua campagna sui muri puliti, si fa scattare una foto davanti alla scritta “minimarket” in una via del centro.

VIMINALE: PAOLO PERRONE E’ IL CAPO DELL’ISIS

perroneUn’informativa di questa mattina direttamente dagli affari interni: il sindaco di Lecce Paolo Perrone è a capo del famigerato Stato Islamico. Il capoluogo pugliese verrà militarizzato dalla NATO per stanare il primo cittadino.

OLINDO E ROSA ABITERANNO A LECCE, SINDACO INTENSIFICA NORME ANTI SCHIAMAZZI

notte_bianca_6Più restrizioni nella vita notturna leccese, questa la decisione del sindacoi Paolo Perrone. Orari pù ridotti e multe salate per gli schiamazzi e la musica. La motivazione è spiegata in un comunicato di Palazzo Carafa arrivato in redazione nel pomeriggio: “…Anche se la movida è un elemento fondamentale per una città turistica, capoluogo di provincia ed universitaria, a fronte dell’imminente arrivo di Olindo Romano e di sua moglie Rosa, che abiteranno nel centro storico, onde evitare efferati e delittuosi episodi si preferisce non gettare benzina sul fuoco”.

NEGATO SUICIDIO AD ANNA KARENINA: BINARI OCCUPATI CONTRO IL TAGLIO DEGLI ULIVI

vittoria-puccini-anna-karenina-rai-1-fiction-2013-111Guardalano, provincia di Lecce, Anna Karenina, stanca di vivere, ha provato a buttarsi sotto un treno. L’insano gesto le è stato impedito da Giggiabaffo Spellacani, leader di Salviamo Gli Ulivi Guardalano. L’attivista ha impedito le intenzioni della Karenina in quanto la protesta a salvaguardia degli ulivi pugliesi consisteva in un lungo sit in sui binari del treno a patire dala stazione e per altri 900 metri.

TOLTA LA GRATA FALLICA DA ABITAZIONE STORICA DI LECCE, FREUD: SINDACO INVIDIOSO

grata fallicaNotizia di poco fa dal nostro inviato leccese Adelaido Pastecceci. La finestra dalla forma fallica situata in Via Palmieri, probabilmente appartenente ad una ex casa chiusa del 1800, è stata sostituita con una comune grata moderna. Sull’accaduto è intervenuto, con un cablo telegrafico, il dottor Sigmund Freud, riportiamo qui il testo: “La scelta di sostituire la grata, se è opera del Comune, è da ricercarsi nell’atavica invidia del pene. Tale disordine deve aver colpito il primo cittadino Perrone”