VITTORIO EMANUELE DI SAVOIA: LA ‘CARBONARA’ HA UN NOME TROPPO SOVVERSIVO

Affondo di fioretto da parte di Vittorio Emanuele, noto filantroipo rivoluzionario ed amico del popolo e soprattutto dei poveri per i quali ha una incolmabile simpatia e verso cui accorre sempre in caso di bisogno. L’ardimentoso aristocratico, mentre si prostituiva per avere soldi al fine di aprire un ospedale pediatrico per nobili al confine svizzero, ha affermato: “Ho mangiato la carbonara. Buona, ma ha un nome sovversivo, indegno per il nostro Regno D’Italia!”. Dopo una iniezione di xanax, lo hanno condotto agli alloggi per riposare.