CAMBIANDO SERRATURE A PALAZZO CARAFA DIMENTICANO GILIBERTI CHIUSO IN BAGNO

Notizia di poco fa riguardante Palazzo Carafa in un clima post elettorale insolitamente teso. Arriva l’ordine dall’uscente amministrazione di cambiare serrature, oltre che all’assessorato all’Urbanistica, anche a tutto il municipio perché ora, col centrosinistra, non c’è più LVI quindi non si dorme più con le porte aperte. Nel cambio delle serrature suddette avevano dimenticato l’ex candidato sindaco Mauro Giliberti chiuso in bagno. Salvato poi dai pompieri.

COMUNALI 2017, RUBERTI GIRERA’ LA SERIE “HOUSE OF CARL”

house of carl“Sulla base della già esistente e famosissima serie Tv interpretata da Kevin Spacey -dichiara il candidato sindaco Ruberti ai nostri microfoni- scriveremo e gireremo una serie tv che fa uscire allo scoperto le storture dei Democratici e del candidato sindaco Carlo Salvemini”.

Il candidato sindaco di Lecce Bene Comune ha inoltre dichiarato di voler iniziare le riprese a luglio e che nel ruolo di protagonista ha già contattato Nandu Popu, noto filantropo e politologo italiano, che si è mostrato entusiasta della proposta.

PRIMARIE E LE CONSIDERAZIONI DI ROTUNDO

La scelta dei leccesi è stata fatta. Con un minimo scarto percentuale Loredana Capone ha vinto le primarie di Centrosinistra. Quello che possiamo dire è che ora bisogna avere un periodo di pausa e riflessione. Occorre un attimo staccare la spina della politica locale e contemporaneamente pensare a come ricominciare, sempre al fianco del nostro candidato Carlo Salvemini. Oggi possiamo solo complimentarci per il risultato e augurare bun lavoro alla sig.ra Capone, ma non per questo ci è sfuggita un’infelice considerazione di Antonio Rotundo, capogruppo d’opposizione al Comune di Lecce. Sarà stata l’euforia al momento della vittoria, sarà stata una serie di considerazioni sopite da tempo per non creare disguidi e poi sguinzagliate. Sarà stato quello che è stato, ma a non non è piaciuto ciò che ha detto: “ha perso l’antipolitica”. Antipolitica? Ma ci faccia il piacere…Possibile che ogni volta che qualcuno cerca di cambiare le cose in una città ormai preda dei cementi, dei filobus dai dubbi introiti, della politica come tornaconto personale e dalle clientele si debba tirar fuori lo spauracchio dell’antipolitica a tipo Beppe Grillo? Un in bocca al lupo ovvio a Loredana Capone, ma si eviti l’esternazione di considerazioni demagogiche e tutto sommato puerili come queste. Noi vedremo come vanno le cose, buon lavoro a tutti.

Ufficio Stampa Easy Phoney Production